icona salvadanaio maialino

Risorse economiche

9 su 10


Gli impegni completati
almeno fino al 75%



0%


l’aumento delle aliquote dei tributi locali (IMU, TASI, IRPEF) nel mandato

5,2 mln 


i tributi accertati dall’Ente a bilancio come recupero evasione tra 2016 e 2020, pari a un’intera annualità IMU

dal 9% al 25%


i tributi riscossi in modo coattivo tra 2016 e 2019 grazie alla nuova concessione. La percentuale si mantiene al 19% nel 2020 nonostante le sospensioni per Covid

8,1 mln 


gli investimenti realizzati tra 2016 e 2020

Nuovi servizi per i cittadini

Tributi Canone unico per pubblicità, affissioni e occupazione del suolo pubblico. Cartella tributaria online. Nuova cartella tributaria TARI. Riduzione dell’evasione tributaria.

INTRODUZIONE DEL CONTROLLO DI GESTIONE IN COMUNE

Un buon amministratore deve avere un chiaro quadro della situazione economica del proprio Comune, sapere quali sono gli interventi prioritari da realizzare, dar loro il giusto valore e concretizzarli trovando soluzioni che siano sostenibili a lungo termine.

Nel 2016 è stata realizzata una ricognizione degli strumenti di contabilità analitica e degli indicatori dei meccanismi di controllo manageriale, attività preliminare all’introduzione di un vero e proprio controllo di gestione.

 L’Amministrazione ha completato l’inventario dei beni comunali, che le ha permesso di predisporre una contabilità analitica strutturata e la revisione della valutazione dei beni mobili e immobili, con una correzione dello stato patrimoniale nel consuntivo 2018, prima solamente stimato. Restano da integrare gli indicatori economico-finanziari nel sistema di valutazione della performance.

75%

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO COMUNALE

Il reperimento di risorse finanziarie attraverso oneri di urbanizzazione o attraverso l’aumento della pressione tributaria non rappresenta evidentemente una soluzione sostenibile; è necessario quindi reperire risorse in altro modo.

Oltre all’inventario sui beni mobili e immobili comunali presentato nell’impegno precedente, il superamento del Patto di stabilità interno nel 2016 ha consentito al Comune di poter utilizzare l’avanzo di amministrazione in conto capitale. Questo ha permesso all’amministrazione di effettuare investimenti per la comunità senza la necessità di alienare beni del Comune né di procedere alla trasformazione di superficie in diritti di proprietà.

In più, nel 2017 il Comune ha acquisito tutti i pali della luce non già di proprietà per poter attivare un importante progetto di project financing per l’efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica: 3.373 punti luce su tutto il territorio comunale entro il 2021 – con l’introduzione di tecnologia a led e di smart city, tra cui telecamere, sensori, pannelli informativi e colonnine di ricarica.

100%

RIDUZIONE DEGLI SPRECHI DELLA MACCHINA COMUNALE

Il rinnovamento deve passare anche per quello che è il perno dell’attività del Comune: la cosiddetta “macchina comunale”. L’introduzione di un efficace Controllo di Gestione dovrà accompagnarsi ad azioni di riorganizzazione dei procedimenti (snellimento, chiarezza di responsabilità, risultati) e ad un’adeguata attività formativa del personale, su concetti di Programmazione delle attività, Qualità, Orientamento al cittadino e ai risultati. 

Il monitoraggio periodico dei fattori di spesa della macchina comunale ha permesso di individuare capitoli di spesa su cui eseguire interventi di contenimento e razionalizzazione. In particolar modo, sono stati efficientati gli acquisti di diversi materiali e beni di consumo, in funzione delle richieste ricevute dagli uffici: tra il 2017 e il 2018, gli stanziamenti sono diminuiti del 23% a fronte di un aumento del 30% degli impegni. 

L’Amministrazione, inoltre, ha ridotto l’avanzo di amministrazione in parte corrente da 2.315.000 € del 2016 a 528.000 € del 2018 e 570.000 € del 2019, avvicinandosi maggiormente al pareggio di bilancio e migliorando la capacità di spesa correlata alle entrate. 

Nel 2020 oltre 2,024 milioni di euro dell’avanzo sono stati utilizzati per fronteggiare l’emergenza sanitaria, in termini di contributi ai cittadini, famiglie e attività produttive, riduzione dei tributi locali e rimborsi dei servizi non fruiti. Da marzo a dicembre 2020 l’Amministrazione ha effettuato più di una variazione al mese sul bilancio per redistribuire le risorse sulle base di bisogni in continua evoluzione e applicare le misure adottate a livello governativo.

Per quanto attiene la formazione del personale su questi temi, si segnala nel 2019 il corso sulla programmazione e il controllo di gestione (Settore Ragioneria e Bilancio) che ha coinvolto 4 persone. Nel 2020, è stato effettuato anche un corso di Risk management e valutazione a un operatore del servizio controlli e il corso base di Project management per RUP, che ha coinvolto 3 persone del settore Gestione urbana.

100%

ISTITUZIONE DELL’ASSESSORATO E DEL SERVIZIO FUNDRAISING

L’Assessorato e il Servizio Fundraising si occuperanno della partecipazione a bandi europei, regionali e di fondazioni, per il reperimento di nuove risorse.

L’Assessorato è stato istituito nel 2016 con specifica delega. Sul fundraising sono state realizzate attività sul fronte dei lavori pubblici e servizi alla persona. È stata realizzata una prima manifestazione di interesse per individuare soggetti che possano gestire insieme al Comune l’accesso a fondi europei, regionali e di Fondazioni e costituire un albo. È stato effettuato un lavoro per diffondere maggiormente tra gli Uffici la conoscenza dell’albo e rilevare le esigenze di finanziamento. Il Comune sta svolgendo, inoltre, un lavoro di verifica dei finanziamenti ottenuti per concludere positivamente e nei tempi gli iter. Nel 2020 si è registrato al Programma Operativo Nazionale (PON) del MIUR per poter accedere ai bandi finanziati dai fondi strutturali europei per le scuole e sta verificando altre opportunità di finanziamento, ad esempio sullo sport.

Nel 2018 è stata realizzata al Teatro De Sica la campagna di fundraising Lascia il segno, coinvolgendo i soggetti del territorio a cui il Comune ha presentato le proprie iniziative. L’incontro, con oltre 20 imprese presenti per collaborare al bene comune, ha permesso di ricevere in donazione un’auto per il trasporto veloce degli organi. 

Durante l’emergenza, ad aprile 2020, il Comune ha attivato un Conto Corrente per la raccolta di donazioni a sostegno delle famiglie in difficoltà della città. Al 31 dicembre 2020 sono stati raccolti 127 mila euro da cittadini e imprese.

Il Comune ha poi ricevuto 2,4 milioni di euro da Stato e Regione per la gestione dell’emergenza. Dallo Stato:

  • 2,045 milioni di euro per la gestione dell’emergenza Covid 
  • 249 mila euro per la solidarietà alimentare 
  • 30 mila euro per le spese di sanificazione 
  • 48.734 € per l’organizzazione centri estivi. 

A queste si aggiungono 15 mila euro di fondi regionali per le maggiori spese di Polizia locale.

75%

RISCOSSIONE DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE NON ANCORA INCASSATI

Nel corso del 2019 si è attivata la verifica delle convenzioni urbanistiche in essere e valutazione degli obblighi convenzionali non ancora adempiuti.

Il pagamento degli oneri di urbanizzazione previsti è normalmente preliminare al rilascio del titolo abilitativo da parte dell’Ufficio.

Per le situazioni pregresse, sono state attivate le opportune azioni di recupero come previsto dalla normativa vigente, mediante attivazioni di specifiche azioni di ricorso all’autorità giudiziaria amministrativa competente. 

Tra il 2020 e il 2021, il Comune si è impegnato nelle procedure amministrative per escutere polizze fideiussorie per un importo pari a circa 264.000 € mediante garanzia fideiussoria e 647.250 €, tramite l’insinuazione dei crediti in apposita procedura fallimentare.

Collaudate diverse opere a scomputo oneri di urbanizzazione per un importo pari a 1.1413.000 €, connesse al PII Piano Integrato di Intervento “Bellaria”, oltre a opere non a scomputo oneri per ulteriori 638.000 €. È ulteriormente dovuto un saldo per oneri di urbanizzazione in corso di definizione e altri importi da definire, connessi ad opere non ancora realizzate.

Sono in corso di approvazione collaudi opere a scomputo oneri di urbanizzazione per un importo pari a 1.181.000 €, oltre a ulteriori importi da definire connessi ad opere non ancora realizzate, relativamente al PII “San Bovio”.

Sono, infine, in fase di approvazione collaudi opere a scomputo oneri di urbanizzazione, per un importo pari a 955.000 €, relative al Piano di Recupero “Foramagno”.

75%

INCREMENTO DELLA LOTTA ALL’EVASIONE TRIBUTARIA

“Pagare tutti, pagare di meno”.

Nonostante la riduzione del personale dedicato, è proseguita anche l’attività qualificata di accertamento da parte del Comune. 

Per quanto riguarda l’attività di lotta all’evasione svolta dal Comune dal  2016 a oggi sono stati recuperati 5.246.451 € così distribuiti: 

L’efficacia della lotta all’evasione ha permesso di non aumentare le aliquote, nonostante la facoltà da parte dell’ente di aumentarle. 

Per quanto riguarda la riscossione coattiva, l’Amministrazione ha deciso di non proseguire il rapporto con Equitalia, bensì di affidare l’attività in concessione a San Marco S.p.A. Il cambio di gestione ha permesso di incrementare la percentuale di riscossione coattiva da circa il 9% a una percentuale compresa tra il 24% e il 27%. 

Nel 2020/2021, la percentuale di riscossione si è attestata al 19% nonostante la sospensione della riscossione coattiva per l’emergenza Covid-19. 

100%

ATTUAZIONE DEL BARATTO AMMINISTRATIVO E DEL PATTO PER LA GESTIONE DEI BENI PUBBLICI

Il regolamento è stato approvato durante il Consiglio Comunale del 17/11/2016. Al momento, tuttavia, non ci sono state richieste.

100%

RIVALUTAZIONE DEI TASSI DI COPERTURA DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE

Il tasso medio di copertura dei servizi a domanda individuale è rimasto costante al 53% nel corso del mandato.

Non solo, l’Amministrazione ha scelto anche di ampliare la platea di persone che hanno diritto all’esenzione (da 5 a 10 mila euro di ISEE), grazie al lavoro di riscossione effettuato non solo dall’Ufficio tributi ma di tutti i Settori coinvolti per la riscossione coatta delle tariffe dei servizi non riscossi.

50%

BILANCIO LEGGIBILE, TRASPARENTE E PUBBLICO

Realizzato il bilancio sociale online, l’innovativo portale che misura e comunica in modo chiaro, interattivo e trasparente l’efficacia dell’azione amministrativa e verifica periodicamente lo stato di attuazione degli impegni di mandato. Il percorso di rendicontazione, che ha coinvolto il Comune in modo trasversale – Sindaco e Assessori, Responsabili dei servizi e funzionari – è stato avviato a settembre 2019. Il Bilancio sociale online prevede anche una sezione dedicata al Bilancio economico per presentare in modo chiaro e immediato le principali politiche di gestione attuate. La rendicontazione è stata, quindi, aggiornata al 30 giugno 2020 e il Bilancio sociale online è stato presentato a settembre sia alla comunità interna sia a tutta la città. In questa occasione è stata consegnata a cittadini e stakeholder anche la versione cartacea.

Il Bilancio sociale online del Comune di Peschiera è stato premiato, per la categoria Enti Locali, con l’Oscar di Bilancio, alla Cerimonia di Premiazione della 55a edizione organizzata da FERPI, in collaborazione con l’Università Bocconi e Borsa italiana. Nella motivazione si legge che il Comune “si è dotato di un innovativo portale di rendicontazione digitale affiancato da un’agile pubblicazione divulgativa distribuita a tutti i cittadini e disponibile anche online in versione pdf.”

 Il Bilancio sociale online è stato aggiornato in occasione della fine del mandato 2021 ed è stato integrato con la rendicontazione delle misure anti Covid-19 adottate dall’Amministrazione comunale.

100%

COLLABORAZIONE CON LA CITTÀ METROPOLITANA E I COMUNI LIMITROFI

La collaborazione è volta a trovare, ove necessario e opportuno, soluzioni di area sovracomunale e di incrementare la capacità di intervento del Comune.

Nel corso del mandato sono state sottoscritte numerose convenzioni con Città metropolitana e con i Comuni limitrofi. Di particolare rilevanza è l’Accordo di Partenariato per lo sviluppo delle Politiche Giovanili nell’ambito del Distretto Sociale Paullese firmato con Città metropolitana per la progettazione congiunta di progetti nell’ambito di bandi europei, nazionali e regionali, ampliando la possibilità di reperimento di risorse economiche.

L’Amministrazione ha altresì sottoscritto il Patto del lavoro, l’accordo per l’istituzione della rete antiviolenza con il Distretto 2 – comprendente i Comuni dell’asse di via Emilia -, il Patto per la gestione dell’Idroscalo e dell’Aeroporto di Linate, e il Patto con la Prefettura per la gestione dei migranti all’interno del progetto SPRAR, che ha permesso di regolare il numero di migranti richiedenti asilo su Peschiera, pari a 2,7 ogni 1.000 abitanti. 

Inoltre, il Comune ha collaborato con ANCAI (Associazione Nazionale Comuni Aeroportuali Italiani) e i Comuni limitrofi per l’ottenimento dell’Addizionale Comunale sui Diritti d’Imbarco spettanti al Comune, che ammontano a 6,2 milioni di euro, e della tassa IRESA (Imposta Regionale sulle Emissioni Sonore degli Aeromobili Civili), che risulta essere una tassa regionale mai entrata in vigore in Lombardia. 

100%

Risorse economiche 

  • Legalità e trasparenza delle informazioni: l’Amministrazione si è subito attivata per una puntuale applicazione della normativa anticorruzione, tramite la stesura e l’applicazione del relativo Piano completo di indicatori che vengono monitorati e verificati periodicamente durante l’anno e l’introduzione del whistleblowing con la possibilità di inviare le segnalazioni tramite il portale.
  • Sportello di assistenza fiscale: da giugno 2019 i cittadini di Peschiera Borromeo che necessitano di servizi fiscali hanno la possibilità di rivolgersi presso un apposito ufficio situato al primo piano del Municipio, dove attualmente ha sede lo Sportello Lavoro. I servizi attivi, cui poter chiedere supporto, sono Caf e dichiarativi: 730 telematico, Isee telematico, Red telematico, invalidità civile e assegno sociale e altri servizi relativi ad interventi di sostegno al reddito, successioni, fiscalità locale. I servizi sono proseguiti a distanza causa Covid-19 previo appuntamento, nel rispetto del distanziamento fisico.