+7,2 km


di piste ciclabili e il trasporto pubblico
viaggia a zero emissioni

100%


scuole plastic free. Mense con stoviglie e posate riutilizzabili, erogatori dell’acqua con fotocellula in tutte le scuole e oltre 2.600 borracce consegnate agli studenti

12,4 mln  


il valore dei pagamenti con PagoPa, Peschiera presentata come buona pratica dal Politecnico di Milano

#Peschiera2030: è un progetto voluto dall’Amministrazione comunale per far conoscere i temi della sostenibilità e contribuire all’attuazione dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 ONU (SDGs nell’acronimo inglese), che coinvolgono tutti i diversi attori della polis: pubblici, privati e singoli cittadini. 

La città di Peschiera Borromeo è tra i primi Comuni ad aver aderito al progetto. Per far sì che gli obiettivi e i traguardi presenti nell’Agenda 2030 siano raggiunti da tutte le nazioni e da tutte le persone è necessario fare la propria parte a partire dal livello locale, cercando di diventare un modello anche per le altre comunità locali. 

Con questi obiettivi, il Comune ha avviato un percorso volto a collegare ciascun provvedimento dell’Amministrazione comunale agli Obiettivi di sviluppo sostenibile e integrare progressivamente la programmazione strategica dell’Ente con l’Agenda 2030 ONU. 

Il progetto ha anche un sito web a cui fare riferimento per rimanere aggiornati su tutte le iniziative: www.peschiera2030.com. 

Tra le iniziative già realizzate si evidenziano:

  • Transizione ecologica: il Comune ha avviato l’evoluzione della città verso quel concetto di transizione ambientale che sta cambiando il modo di produrre, consumare e muoversi. Nuove piste ciclabili, revisione della viabilità cittadina, installazione di colonnine elettriche e car sharing rappresentano solo alcuni esempi di azione concrete già intraprese per favorire una mobilità sempre più sostenibile. Così come le nuove modalità di raccolta differenziata, l’istituzione dell’agente accertatore, l’installazione di nuovi cestini, l’avvio dei progetti di riforestazione, la sostituzione con lampade a LED di tutti i lampioni della città e l’efficientamento energetico degli edifici pubblici vanno nella direzione di una maggiore sostenibilità ambientale. 
  • Scuole plastic free e lotta allo spreco alimentare: oltre 2.600 studenti hanno ricevuto borracce per l’acqua e installati erogatori dell’acqua in tutti i plessi delle scuole pubbliche con fotocellula. Le mense comunali sono state dotate di stoviglie e posate riutilizzabili, che consentiranno di ridurre in modo sostanziale la produzione di plastica. Stipulata la convenzione con Sì ti cibo per la lotta allo spreco alimentare nelle mense. Nell’a.s. 2018/2019 sono stati effettuati due interventi settimanali di recupero di frutta (mediamente dai 2 ai 12 Kg ad intervento) e di pane (mediamente dai 2 ai 6 Kg ad intervento). 
  • Transizione digitale: PagoPA è diventato l’unica forma di pagamento verso il Comune: 51 i servizi comunali per cui è attivo e 12,4 milioni di euro il valore dei pagamenti effettuati fino al 31 dicembre 2020. Attivata l’app Municipium e realizzato il nuovo sito web, semplice da navigare e fruibile da tutti. Completata la cablatura del palazzo comunale e posata la fibra ottica in tutti gli edifici pubblici. Entro il 2021 sarà completato il collegamento di 10.000 unità immobiliari della città alla banda ultra larga.
  • Parità di genere: installate 9 panchine rosse per sensibilizzare la cittadinanza sul tema della lotta contro ogni tipo di violenza o discriminazione nei confronti delle donne. Attivato nel 2020 lo Sportello antiviolenza.